La Comunità Laica Carmelitana “Santa Teresa Benedetta della Croce” di Asti ha iniziato a incontrarsi nel 2008 per pregare e approfondire il carisma del Carmelo e alcune Opere di S. Teresa; non potendoci appoggiare sulla presenza di un monastero o di una realtà stabile di Padri e Suore Carmelitani nelle nostre zone, forti però del dono di due laici che avevano già vissuto il percorso di formazione a Torino e avevano già dato le loro Promesse Definitive, tutto è iniziato in modo molto semplice e informale, attraverso il passaparola e la Provvidenza del Signore che ha cominciato a far incontrare diversi cammini. In seguito, nel marzo 2009, si è costituito il gruppo della Fraternità Nascente di Asti con Sede nei locali dell’Opera Pia Milliavacca, gentilmente concessa dall’attuale Vescovo di Asti Mons. Francesco Ravinale, che ha accolto benevolmente l’iniziativa. Nel 2016, in occasione di alcuni lavori di ristrutturazione della sede ospitante, lo stesso Vescovo ci ha proposto di spostarci presso il Vescovado – attuale sede della nostra Comunità – mettendo a nostra disposizione un salone per gli incontri e la cappellina personale di Sua Eccellenza. Sempre nel 2016 la Comunità riceve l’approvazione per l’erezione canonica, diventando così una realtà stabile e riconosciuta a livello ecclesiale e carmelitano.

Attualmente la Comunica OCDS di Asti è formata da 17 membri, di cui 8 con promessa definitiva, 4 con promessa provvisoria, 3 novizi con le ammissioni e 2 postulanti. Da quando è stata eretta canonicamente il Presidente è Mariella di Gesù Eucarestia, mentre negli incontri di formazione si alternano il Padre Assistente, P. Enzo Viviani, e il Responsabile della Formazione, don Igor Sciolla.

La Comunità Carmelitana si incontra ogni 15 giorni, rispettivamente ogni seconda e quarta domenica del mese, alle h.15.30 iniziando con 30 minuti di Orazione, per poi proseguire in una sala apposita con un momento di condivisione e successiva formazione sulle Opere di S. Teresa di Gesù, San Giovanni della Croce e negli ultimi incontri Santa Elisabetta della Trinità.

I membri della Comunità vivono gli incontri non solo come momento di formazione e arricchimento personale ma anche e soprattutto come momento di gioia e condivisione reciproca.

Tutti i membri della Comunità sono membri attivi nelle proprie parrocchie, in diversi ambiti, ed in molte attività della Chiesa (collaborano ad esempio attraverso il servizio del catechismo, della Caritas, dell’animazione liturgica, e del ministero straordinario della comunione) e c’è molta collaborazione con la Diocesi, grazie anche alla presenza nella Comunità di un sacerdote che fa parte del presbiterio astigiano. Ringraziamo il Signore per questo percorso che ci sta permettendo di vivere insieme e preghiamo lo Spirito Santo affinché accompagni la nostra Comunità al raggiungimento di una piena comunione fraterna, animata da una profonda carità reciproca.